“E’ lecito lamentarsi?” (pensieri del sabato)

Sabato 6 ott 12
di Emanuele Renzi


Cari amici,
troppe volte ci lamentiamo del fatto che le cose della vita non dovrebbero andare così. Sbuffiamo e ci innervosiamo, siamo agitati con chi ci chiede un aiuto. Vorremmo passare quell’esame difficile, ma non riusciamo e ci arrabbiamo. Il lavoro va male oppure ci è capitato un fatto spiacevole…sempre lì a lamentarci. Giobbe ha vissuto un’esperienza simile alle nostre e ne è uscito benedicendo l’opera del Signore anche quando, nella sofferenza, non la comprendeva. Riporto qui di seguito l’odierna prima lettura:

Libro di Giobbe 42,1-3.5-6.12-16. 

Allora Giobbe rispose al Signore e disse:
Comprendo che puoi tutto e che nessuna cosa è impossibile per te.
Chi è colui che, senza aver scienza, può oscurare il tuo consiglio? Ho esposto dunque senza discernimento cose troppo superiori a me, che io non comprendo.
Io ti conoscevo per sentito dire, ma ora i miei occhi ti vedono.
Perciò mi ricredo e ne provo pentimento sopra polvere e cenere.
Il Signore benedisse la nuova condizione di Giobbe più della prima ed egli possedette quattordicimila pecore e seimila cammelli, mille paia di buoi e mille asine.
Ebbe anche sette figli e tre figlie.
A una mise nome Colomba, alla seconda Cassia e alla terza Fiala di stibio.
In tutta la terra non si trovarono donne così belle come le figlie di Giobbe e il loro padre le mise a parte dell’eredità insieme con i loro fratelli.
Dopo tutto questo, Giobbe visse ancora centoquarant’anni e vide figli e nipoti di quattro generazioni.

Sia lodato Gesù Cristo!



0 Comments

Leave a reply

Pane Fresco è un progetto Il villaggio di Emmaus, azienda impegnata nell’evangelizzazione nei media e nel sociale, situata nella Diocesi di Senigallia.

Privacy Policy | Termini di Servizio | Sostienici | Copyright 2018 © Il villaggio di Emmaus - P.IVA 02388200418

Condividi!

Fai conoscere il progetto Pane Fresco ai tuoi amici!

Log in with your credentials

Forgot your details?