WhatsApp e l’amicizia

Photo by Luca Bravo on Unsplash<br /> Copy

 

Cari amici,
i servizi di messaggistica immediata come WhatsApp, Telegram e Messenger, giusto per esemplificare i più comuni, stanno riscrivendo -letteralmente- il nostro modo di comunicare tra amici, aggiungendo un fattore mai così presente nella storia: la velocità. La Parola del Signore ci invita a riscoprire l’essenza dell’amicizia, fatta di ascolto autentico e di rispetto reciproco, come quella tra Davide e l’ormai defunto Gionata, figlio di Saul, nella prima lettura di oggi: “Tu mi eri molto caro, la tua amicizia era per me preziosa.” (2Sam 1,26).
Quando ci approcciamo a comunicare con un amico in quest’epoca “social”, rischiamo di mostrare l’eredità di questi mezzi di comunicazione, un’eredità fatta di velocità, poca empatia, disattenzione per le parole espresse… o per i silenzi, anch’essi comunicazione vera e propria. Impegniamoci a dare il giusto peso a questi mezzi, importantissimi ed assai utili, ma che rimangano tali, mezzi per il dialogo che non si estendano oltre, sino a modificare il nostro rapporto umano e sociale più autentico e bello, quello dell’amicizia.
Maria e tutti i santi protettori della comunicazione ci sostengano in questo.

 

Emanuele Renzi

0 Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Pane Fresco è un progetto Il villaggio di Emmaus, azienda impegnata nell’evangelizzazione nei media e nel sociale, situata nella Diocesi di Senigallia.

Privacy Policy | Termini di Servizio | Sostienici | Copyright 2018 © Il villaggio di Emmaus - P.IVA 02388200418

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

Create Account